Solitamente durante le feste natalizie ogni parte della Romagna si veste a festa e si appresta a trascorrere in compagnia e allegria il cenone di Capodanno con tutti i prodotti tipici e nei locali più famosi della zona con numerosissime proposte di menù.

La Romagna è una delle terre d’Italia ricca di sapori, pietanze e piatti tipici ma soprattutto del buon vino. Infatti sia durante il pranzo di Natale che durante il cenone di Capodanno, trionfano le ricette più famose della cucina romagnola.

menu-capodanno-romagna

Cappelletti in brodo, piadina romagnola e Sangiovese Doc
Come già accennato precedentemente, la Romagna è una terra ricca di sapori poveri ma nello stesso tempo genuini. Uno dei piatti tipici sempre presente sulle tavole romagnole sono senz’altro i cappelletti in brodo, solo ed esclusivamente fatti a mano.

Solitamente i primi piatti dell’Emilia Romagna sono caratterizzati anche dai maltagliati, passatelli del sottobosco (prodotti caratteristici della cucina romagnoli preparati semplicemente con del parmigiano), Culatello di Zibello, tagliatelle al ragù oppure le lasagne. Tra i secondi tipici della Romagna, uno dei piatti più famosi della zona è il classico polpettone di carne realizzato con funghi porcini, proprio come previsto dalla cucina romagnola. Dunque il polpettone viene farcito con i funghi porcini e prosciutto crudo di Parma e parmigiano in abbondanza.

Quando parliamo della cucina romagnola non bisogna mai dimenticare di cucinare il classico capitone o l’anguilla, che in queste zone viene preparato con molto aceto proprio con lo scopo di nascondere il gusto della carne di capitone.

Oltre a questi piatti tipici, nelle tavole della Romagna non può assolutamente mancare un must della cucina romagnola: la piadina. Questo piatto è considerato uno dei piatti più famosi della Romagna ma anche uno dei piatti più conosciuto da tutti il mondo. Generalmente la sua forma è rotonda e può essere riempita con una grande varietà di prodotti, secondo il vostro gusto.

Per rallegrare tutti ci pensa il buon Sangiovese, che con il suo colore rosso scuro e il sapore secco è considerato uno dei vini più diffusi in tutta l’Italia. Invece per quanto riguarda i contorni, i piatti tipici sono i carciofi romagnoli ripieni e il purè con la mostarda.

Per concludere il tutto, il dolce romagnolo prevede gli Zuccherini Romagnoli o il Panone di Natale. Ovviamente, come tutte le località, anche in Romagna non può mancare la classica frutta secca e la frutta di stagione come arance, mandarini e ananas, uno degli alimenti salutari, da sempre presenti in tutte le feste natalizie.
Tra gli altri frutti presenti nella cucina tipica romagnola abbiamo anche la nespola, la pera, il pompelmo e il kiwi.

Bisogna dire che la cucina tipica della Romagna mette a disposizione una grande varietà di prodotti tipici, oltre a quelli appena citati, tantissimi altri piatti tradizionali e altre proposte creative.

Detto ciò, non vi resta che preparare il vostro Cenone di Capodanno e gustarlo tutti insieme.

Categorie: CUCINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *