L’ autunno,la stagione delle piogge, la stagione dove il freddo inizia a pervadere le strade e i campi che poco tempo prima erano baciati dal sole e dal calore,la stagione in cui le giornate diventano più buie,la stagione dove le foglie cadono e i fiori perdono il colore.

Con il cambiamento di stagione,sarà necessario anche iniziare a modificare e rifornire la nostra dispensa o il nostro orto,soprattutto per quanto riguarda la frutta e la verdura.

frutta-verdura-novembre

CUCINA ROMAGNOLA: FRUTTA E VERDURA DI NOVEMBRE

Novembre è il mese in cui si inizia a dare spazio a frutti come gli agrumi,ricchi di vitamina C o a verdure come i cavoli,potenti antiossidanti e adattabili a diverse pietanze precise.
Ovviamente non si possono mettere da parte le castagne,nonché la rappresentazione al massimo livello dell’autunno dal punto di vista culinario.
I frutti che vanno per la maggiore durante il mese di Novembre sono principalmente le arance, i kiwi, i mandarini e i pompelmi ma anche le banane, le mele, gli avocado, le castagne, le pere, le noci, l’uva e il melograno.

Tra le verdure invece abbiamo principalmente ogni tipo di cavoli, verze, cavolini di Bruxelles, broccoli o anche indivia, funghi, radicchio, sedano, spinaci e zucchine.
Con tutti questi prodotti sarai ben fornito per tutto il mese e puntare alla frutta o alla verdura di stagione è sempre la migliore mossa se si toccare la freschezza e l’alta qualità.
Potrete sbizzarrirvi in tutti i piatti che vorrete dai contorni,ai secondi,ai sughi,alle salse e ai dolci.

All’interno del contesto della cucina romagnola tutti questi prodotti sono ben utilizzati nei vari piatti tradizionali.

Per quanto riguardano gli agrumi un piatto tipico della cucina romagnola sono proprio i “passatelli agli agrumi“. I passatelli,che sono una pasta molto caratteristica di questa cucina, vengono serviti in un sugo agrodolce fatto di panna, succo di agrumi misti spremuti e scorze rosolate col burro, accompagnati da pezzettini di prezzemolo e scorze tritate che danno quel tocco di aroma in più.

Il “cavolfiore alla romagnola” è un altro piatto di accompagnamento perfetto per le carni rosse o il cotechino. Il cavolfiore alla romagnola non è altro che un cavolfiore non lessato, umidificato con qualche cucchiaio di passata di pomodoro, prezzemolo, aglio e pepe, molto saporito e semplice ma efficace.
I cavoli o le verze possono essere ideali per alcune farciture di piadine,magari sostituendo l’insalata,infatti la piadina con pancetta e verze è una delle tante che viene apprezzata.

Se vogliamo andare sul sicuro e affidarci alla cucina stagionale della tradizione romagnola non possiamo di certo non provare il castagnaccio (celebre dolce che si presenta come una torta pasticciata a base di crema e farina di castagne con marrons glacés) o i tortelli alle castagne.

Come si può ben notare,la frutta e la verdura di Novembre possono adattarsi a tanti piatti o alimenti diversi e accontentare i palati di tutti, abbracciando un mix tra diversi sapori che renderà unici i prodotti del nostro orto, dei nostri campi e dei nostri boschi.

Categorie: ALIMENTAZIONECUCINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *