pixel fb

Ancora chiusi in casa per la festa del papà?
Quale menù preparare per celebrare in famiglia?

menu-festa-del-papaUn momento unico merita un’attenzione particolare, con piatti e vini degni del miglior ristorante. La buona tavola non ammette stress, ma solo piacere puro.
La festa del papà è alle porte; quale regalo migliore per incantare le sue papille gustative che preparagli una cenetta fatta in casa, e un menù indimenticabile?

Lo svolgimento della serata dovrà cominciare da una tavola speciale, o da un piano americano dove disporre bocconcini e finger food per aprire la festa del papà con un aperitivo degno di un re.
Sinceratevi che i vini bianchi siano già in frigorifero, perché non ci sarà alcuna festa del papà senza un beneaugurale brindisi alla salute. Il menù speciale comincerà dai finger food, accompagnati da un calice di prosecco ben freddo.I rotolini di ricotta, spinaci e bacon saranno un antipastino sfizioso per dare inizio alle celebrazioni, e preparare l’ambiente ad una serata divertente in famiglia.
Preparare il menù per la festa del papà sarà davvero un tripudio di sapori, di risate e di buon umore. Per la ricetta dei i rotolini sarà necessario saltare in padella 50 grammi di cubetti di bacon, con 100 grammi di spinaci ben strizzati.
Successivamente dovrete amalgamare in una ciotola 200 grammi di ricotta fresca con il sauté di spinaci e bacon ben scolato dai liquidi di cottura.
Taglierete poi dei rettangoli di pasta sfoglia da 12 centimetri per 10 cm, e poserete 40 grammi di composto alla ricotta proprio al centro della sfoglia. Arrotolare delicatamente ripiegando la pasta alle estremità sarà il passaggio fondamentale, perché non fuoriesca la farcia durante la cottura. Collocherete le placche nel forno ben caldo a 170°, e in 15 minuti quando la sfoglia sarà dorata potrete estrarre i rotolini.

Essendo piccoli finger food ipotizzate circa 5 rotolini per ogni commensale.
Ed anche chiusi in casa, sicuramente si riuscirà a fare baldoria con bollicine e stuzzichini; un aperitivo speciale per la festa del papà sarà lo starter ideale per riunire tutta la famiglia.

Menù fatto in casa per la festa del papà: il primo piatto
Per non passare troppo tempo in cucina e perdersi la gioia dei festeggiamenti sarà meglio evitare preparazioni culinarie troppo impegnative. Un tagliolino allo squacquerone, radicchio trevigiano e bruciatini di prosciutto crudo sarà un primo piatto d’effetto, e di rapida esecuzione. La pasta sfoglia potrà essere preparata in anticipo utilizzando la solita dose ufficiale di un uovo ogni 100 grammi di farina, come quantità individuale.Scioglierete in una casseruola 500 grammi di squacquerone fresco, magari con l’aggiunta di un po’ di latte o di panna. Salterete con 100 grammi di burro 2 cespi di radicchio trevigiano precedentemente tagliati alla chiffonade, badando bene di non bruciare il burro. Le foglie dovranno restare croccanti.
Taglierete in seguito a julienne due fette di prosciutto crudo, spesse circa mezzo centimetro, e disporrete le striscioline ottenute sulla placca. In soli 10 minuti di forno a 180° i bruciatini croccanti saranno pronti. Sarà preferibile saltare in padella le porzioni individuali di tagliolini, aggiungendo la salsa di formaggio e il radicchio, facendo attenzione ad amalgamare gli ingredienti prima di disporre nei piatti la vostra delizia culinaria. Solo alla fine aggiungerete con delicatezza i bruciatini croccanti e profumati.

Prima di preparare un menù perfetto per la festa del papà sarà importantissimo programmare gli abbinamenti dei vini con le pietanze preparate. Servirete un vino rosato, fermo o frizzante per accompagnare le consistenze contrastanti di questo primo piatto presentato in tavola.

Festa del papà chiusi in casa: il secondo piatto adatto

Celebrare la festa del papà significa anche un inno alla primavera che sta arrivando. Il menù della serata dovrà essere quindi fresco, colorato, e con texture sorprendenti. Scaloppine di vitello al Traminer su un letto di rucola, pomodorini secchi e olive nere: il vostro secondo piatto sfizioso per una cenetta in famiglia.

Dovrete considerare a testa due fettine di vitello del peso di circa 70 grammi l’una, battute fino a raggiungere lo spessore di 1 centimetro. Infarinare la carne, e passarla in padella con abbondante burro saranno i due semplici passi da fare, facendo attenzione a non bruciare i grassi di cottura. Sfumerete poi le scaloppine con due bicchieri di Traminer, rigirando le scaloppine finche’ non si formerà una salsa legata e lucida.
Userete tutto il vostro estro per creare nei piatti individuali un letto di rucola croccante, pomodorini e olive nere denocciolate. Deporrete due fettine a testa con grazia sopra, o al lato delle verdurine, e finalmente potrete portare in tavola la vostra prelibatezza primaverile.Per onorare la festa del papà pur restando in casa ricordatevi di proseguire con una selezione ad hoc dei vini in abbinamento. Per il piatto principale si consiglia di continuare con lo stesso Traminer sfumato sulle scaloppine. Profumi e sensazioni briose faranno del vostro menù preparato per la festa del papà, il regalo più gradito.Chiusi in casa per la festa del papà: selezione di cioccolate per viaggiare con i sensi
Preparare un menù per la festa del papà dovrà essere un’esperienza sensoriale unica per viaggiare con i sensi anche se si è costretti a stare chiusi in casa. Dovrete procurarvi innanzi tutto una bottiglia di rum anejo, cioè invecchiato almeno 12 anni.
Disporrete sulla tavola, o sul piano americano utilizzato per l’aperitivo, dei piattini con quadretti di cioccolato proveniente da tutto il mondo.

Per aprire la degustazione dedicata alla festa del papà inizierete con il cioccolato fondente al sale di Cervia. La sensazione inconfondibile del cacao puro, annaffiata dalle note alcoliche del rum, esalteranno le papille in un viaggio salino e marinaro. Anche chiusi in casa il convivio familiare sarà molto divertente; si potrà volare con la fantasia, tra le vie del rum e del cioccolato. Il vostro menù celebrativo per la festa del papà continuerà con un cioccolato del Madagascar, profumato e inebriante come l’isola Africana.
Sensazioni sciroppate, attenuate da sentori di tabacco e noce moscata vi porteranno lontano con la mente. Insieme al rum, un quadretto di cioccolato Madagascar gourmet regalerà una carezza vellutata al palato, e un retrogusto sapido e intenso.

Come ultimo colpo di scena per la festa del papà chiuderete la degustazione con un cioccolato del Guatemala, robusto ed elegante. Al primo sorso di rum sprigionerà le sue note di pepe, per sublimarle in seguito con la dolcezza del fico e della mandorla tostata.

Che dite, pur restando chiusi in casa, sarete in grado di preparare un menù originale e veloce per la festa del papà?
La cucina è amore e riconoscenza verso chi si stima; mettetecela tutta per omaggiare con sapori e sensazioni il vostro grande capofamiglia. Buona Festa del Papà.

E se invece, purtroppo non si riesce a preparare un pranzo in cucina e sei qui in Romagna, potrai approfittare dei ristoranti a Rimini con consegna a domicilio oppure i ristoranti a Rimini con servizio d’asporto!

Categorie: EVENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *